Il blended learning è una metodologia tesa a valorizzare, in un progetto didattico, sia i punti di forza della formazione in presenza che le specificità della formazione a distanza, in particolare della formazione in rete.

Tale scelta viene ritenuta un metodo equilibrato per intervenire su processi complessi di sviluppo e cambiamento organizzativo.

Il paradigma adottato può essere sintetizzato come:

Bisogni formativi complessi possono essere soddisfatti soltanto con interventi formativi complessi che, almeno in parte, facciano ricorso alla formazione in presenza, in quanto è la modalità didattica che permette l’interazione tra docente e discenti “più ricca e completa possibile”.

Aiuto su Cerca corsi

Introduzione

Questo corso si propone di standardizzare e armonizzare le procedure per l’utilizzo conforme dei dispositivi d’immobilizzazione, mobilizzazione e trasporto, attualmente in uso presso l’Ausl Romagna. 

Si avvale di una parte FAD e una parte pratica da svolgere in una giornata da 8 ore 

La corretta applicazione dei presidi, verrà approcciata seguendo i manuali d’uso delle ditte costruttrici, prescindendo dalla identificazione delle lesioni riportate.

Verranno illustrate e affrontate tutte le manovre di base, come l’inserimento del collare cervicale o delle bendostecche a depressione, ma anche quelle che prevedono una competenza e una manualità maggiore da parte del soccorritore, come la prono supinazione, la rimozione del casco, la verticalizzazione.

Verranno costantemente riproposti i principi cautelativi che devono guidare il soccorritore nella gestione del paziente durante tutto lo svolgimento del corso.

Nelle varie stazioni di addestramento, il discente avrà modo di utilizzare diversi dispositivi, tra cui quelli pediatrici, quelli idonei per l’estricazione e l’immobilizazione nell’adulto, e infine quelli per la mobilizzazione con le barelle autocaricanti e le sedie da evacuazione rapida.

Avendo l’opportunità di confrontarsi con l’esperienza di colleghi dei diversi ambiti territoriali, ci si troverà coinvolti direttamente nel processo di miglioramento che si attua proprio durante lo scambio di conoscenze e informazioni.

Oggetto di questa giornata è anche quello di riuscire in questo modo ad elevare il grado di consapevolezza del pericolo reale e potenziale a cui si espone il paziente e il soccorritore durante tutto l’arco della manovra.

Obiettivo

Formare e addestrare gli operatori del 118, fornendogli  le conoscenze e gli strumenti adeguati, per affrontare e gestire in sicurezza, l’immobilizzazione e la mobilizzazione del paziente in ambito extraospedaliero, uniformandone l’approccio.

ACCEDI AL CORSO